LA VILLANA DI LAMPORECCHIO

Da Giovedì 2 a domenica 12 febbraio

Compagnia stabile Teatro di Cestello presenta

“LA VILLANA DI LAMPORECCHIO”

la_villana_di_lamporecchio_cenacolo_dei_giovani

di Luigi del Buono
regia di Marcello Ancillotti

Un grande classico della Commedia dell’Arte, scritto da Luigi del Buono, attore e autore fiorentino alla corte dei Lorena, nonché inventore della celebre maschera di Stenterello. Ma qui Stenterello non c’entra.
La commedia racconta di un doppio trasloco, fisico dalla campagna alla città, e “sociale” dalla condizione di servi a quella di padroni. Un’improvvisa quanto improbabile eredità ricevuta da Dorotea, la nostra villana, porta la protagonista e tutta una serie di personaggi che sono in relazione con lei a entrare, più o meno volutamente, in un esilarante gioco di bugie travestimenti e inganni. Tra “miseria e nobiltà” gli attori, nei loro goffi e ridicoli tentativi di essere ciò che vorrebbero e in realtà non sono, ci regalano una strepitosa parodia del potere e della ricchezza, attuale nel ‘700 come oggi … La campagna o la città? essere servi o essere padroni? poveri o ricchi?
I sogni e le speranze di questi caratteri sull’orlo della pazzia durano però … quanto una bolla di sapone.

 

image_pdfimage_print