LA GUERRA DEGLI ALTRI

GIOVEDI’ 14 DICEMBRE ORE 20.45

LA GUERRA DEGLI ALTRI
“Appunti di una rivoluzione”
di Marco Giavatto
regia Iacopo Biagioni
In una città qualunque, nel prossimo futuro potrebbe scoppiare una rivoluzione figlia di tempi incerti e paradossali, dove tutto è il contrario di tutto. Accompagnata da selfie radicali e dirette estremiste, contornata da contenuti mediatici orripilanti e forti e insostenibili armi di distrazione di massa. Un partito della nazione qualunque cavalcherà il malcontento traghettando l’infelicità rivoluzionaria in una guerra inutile combattuta per gioco. Ci si chiederà se non era meglio rimanere al disastro di partenza o se la rivoluzione prima e la guerra poi non siano un invitante provocazione per smontare e rimontare tutto, con il piccolo particolare di non essere in presenza di una lavagna facilmente cancellabile ma dell’uso incontrollato e smodato di risorse umane. Niente di preoccupante però, sarà tutto così drammatico da ammazzarsi delle risate. La guerra degli altri è come quando hai un incubo, sapendo di sognare, la viviamo per curiosità di sapere come va a finire, ma siamo tranquilli perché prima o poi ci sveglieremo… o forse no.

CHIAVE PER DUE

sabato 16 e domenica 17 dicembre
ARABA FELICE
“CHIAVE PER DUE”
di John Chapman e Dave Freeman
con Olivia Fontani, Alessio Alloi, Alessio Coluccia, Camilla Catani,
Tiziano Pratesi, Elena Ciani e Paola Salvadori.
Regia: Simone Mengoni

In un’Inghilterra attanagliata dalla crisi economica e occupazionale come può una giovane donna arrivare a fine mese? L’affascinante Harriet sembra aver trovato il modo, grazie alla sua bellezza e all’amore che due uomini sposati provano per lei. Certo non è un’occupazione semplice visto che ognuno dei due generosi amanti non è a conoscenza dell’altro, ma un espediente sembra risolvere ogni situazione … almeno fino a quando un imprevisto non metterà a rischio la “piccola azienda” della nostra antieroina. Harriet dovrà ricorrere a tutta la sua astuzia per evitare che ciò che ha costruito le crolli addosso, e gestire con l’abilità di un giocoliere le mille situazioni equivoche e grottesche che si susseguiranno, aiutata da una sua cara amica e magari da un briciolo di cinismo e disillusione.

CANTO DI NATALE

da mercoledì 20 a lunedì 26 dicembre
(pausa domenica 25)
TEATRO DI CESTELLO e CdG
“IL CANTO DI NATALE”
di Charles Dickens
regia Marcello Ancillotti

Immancabile ritorno nel periodo delle feste, l’intramontabile “canto di natale” di Charles Dickens, in una messa in scena fiabesca che è già un consolidato successo. La storia dell’avaro Ebenezer Scrooge, usuraio nella Londra di metà ottocento,  e della sua conversione da spietato finanziere a benefattore ricolmo di spirito natalizio, rivive nella lettura colorata e ricca di scenografie e costumi proposta da Marcello Ancillotti. Un allestimento che ricostruisce le atmosfere del romanzo su di un palco mutevole, che svuotato dei tradizionali allestimenti richiama il gioco del teatro viaggiante. Tra fondali dipinti e carri in movimento, opere di Cecilia Micolano e dello stesso Ancillotti, compaiono tutti i personaggi della storia, il banco di cambio e usura di Scrooge, con il fedele Bob Cratchitt, il salotto e la camera da letto del vecchio, dove gli faranno visita i quattro fantasmi, la strada con le botteghe, la casa del nipote di Ebenezer, il cimitero …

ANIMA MUNDI – CONCERTO DI NATALE

giovedì 21 dicembre

DONATELLA ALAMPRESE

“ANIMA MUNDI – CONCERTO DI NATALE”
con Marco Giacomini, chitarra e Andrea Tinacci, clarinetto

La luce che, che nel giorno del solstizio raggiunge il suo nadir, è il tema portante del concerto “anima mundi” un viaggio oltre spazi e confini geografici in un caleidoscopio fluire di emozioni e racconti tra passato e presente. un concerto dedicato al natale nella sua accezione universale di rinascita e rigenerazione. la voce eclettica di Donatella Alamprese,  la chitarra di Marco Giacomini e il clarinetto di Andrea Tinacci condurranno lo spettatore in un viaggio ricco di suggestioni attraverso canti tradizionali, rivisitazioni e brani originali in una fusione alchemica al ritmo di un unico battito: il cuore pulsante dell’ anima mundi.

DOVE VAI TUTTA NUDA

 

Da venerdì 29 dicembre a domenica 14 gennaio
Teatro di Cestello e CdG
“DOVE VAI TUTTA NUDA”
di Georges Feydeau
regia Marco Predieri

Commedia scoppiettante dal sapore Belle Epoque … Ironia e satira , con al centro della vicenda un integerrimo deputato, appena eletto all’Assemblea Nazionale e sua moglie … poco avvezza ancora al ruolo sociale che l’attende, anche come prossima probabile consorte di un ministro o magari, chissà, addirittura del Presidente della Repubblica. In casa dell’onorevole è un via vai di visite istituzionali , di giornalisti … tra alleati e avversari politici … ma la signora è disposta a … mostrarsi … all’altezza della situazione e delle ambizioni di cotanto sposo? A rinunciare alle proprie … comode .. . libertà domestiche?

 

LA CENA DEI CRETINI

giovedì 18 e venerdì 19 gennaio

I PINGUINI

“LA CENA DEI CRETINI”

di Francis Veber

con Pietro Venè, Aldo Innocenti, Ilaria Morandi, Stefano Fallani, Paolo Magni,

Cristina Bacci, Paolo Gualtierotti

regia: Pietro Venè

La cena dei cretini di Francis Veber è considerato il capolavoro comico della drammaturgia francese contemporanea.
La storia è a tutti nota: ogni mercoledì sera, un gruppo di amici dell’alta società parigina, si ritrova per partecipare alla “cena dei cretini”. Regola imprescindibile è che, a turno, qualcuno di loro porti come invitato speciale un insuperabile “cretino”, affinché ci si possa divertire prendendolo in giro per tutta la sera.
L’inesorabile Francois Pignon, “cretino” di turno prescelto dall’editore di successo Pierre Brochant, riesce però a sovvertire le regole, rivoluzionando in poche ore la vita di Pierre, in un crescendo di equivoci e gag che vanno di pari passo con l’alternarsi, sul palco, di personaggi che si ritrovano, loro malgrado, a vivere situazioni a dir poco paradossali.

TI AMO SEI PERFETTO ORA CAMBIA

sabato 20 e domenica 21 gennaio
A.M.O

Daniele Derogatis, Piero Di Blasio, Stefania Frateprietro, Valeria Monetti
“TI AMO SEI PERFETTO ORA CAMBIA”
di Joe Di Pietro – musiche di Jimmy Roberts
regia Marco Simeoli (dall’originale di Joel Bisoff)

al pianoforte Marcos Madrigal


“Che cosa avete pensato al primo appuntamento? Volevate scappare ma non trovavate la scusa? Tu piacevi a lei… ma forse lei mentiva. Lei piaceva a te… ma le puzzava il fiato. Mentre ti baciava sei sicuro che stesse pensando a te? E mentre la baciavi tu, hai pensato: oddio somiglia a mamma! Sull’altare avresti voluto dire no? Potevi farlo … ma non lo hai fatto! Forse perché eri innamorata. O hai solo perso l’occasione giusta per dirlo? Per il primo anniversario avresti voluto regalarle un viaggio di sola andata per la Papuasia? Non preoccupatevi, non siete i soli. E non pensate di essere cattivi, siete semplicemente realisti e, forse, a modo vostro, anche un po’ romantici!” – Dopo quattro stagioni di sold out arriva finalmente a Firenze l’unica versione italiana ufficiale, interamente dal vivo, del più longevo successo off Broadway: “I love you, you’re perfect, now change”, musical premiato nel ‘97 con il prestigioso” Outer Critics Circle Award”. Un boom mondiale tradotto in ben 13 lingue e rappresentato in oltre 15 nazioni.

“DISINCANTATE, LE PIU’ STRONZE DEL REAME”

da venerdì 26 a domenica 28 gennaio
PERFORMERS SRL
“DISINCANTATE, LE PIU’ STRONZE DEL REAME” IL MUSICAL
di Dennis T. Giacino
adattamento e regia Matteo Borghi
liriche italiane di Nino Pratticò
con Claudia Cecchini, Claudia Belluomini, Martina Lunghi, Beatrice Baldaccini, Natascia Fonzetti, Dolores Diaz

Se avete sempre pensato che la vita da principessa delle fiabe sia meravigliosa come nei film … beh vi siete sbagliati! Biancaneve, Cenerentola, la Bella Addormentata e le altre principesse più famose di sempre sono pronte per cambiare le regole e riscrivere le loro storie! “disincantate” è la più esilarante e irreverente commedia musicale di questo secolo, approdata finalmente in Italia dopo i successi di pubblico e critica negli stati uniti, in repubblica domenicana e nel regno unito! Siete dunque pronti a farvi guidare da una scoppiettante Biancaneve, in un varietà eccentrico, senza peli sulla lingua e fuori dal comune, dove le nostre protagoniste vi mostreranno i pro e i contro della vita loro vita “dorata”, sfatando il mito della ragazza succube e indifesa e creando invece quello della donna capace di prendere le redini della situazione … forte e stronza al punto giusto? Benvenuti nel regno del “vissero felici e contente” dove nulla

è come lo avete immaginato

OH DIO MIO

venerdì 2 febbraio
LA STANZA DELL’ATTORE
“OH DIO MIO”
di Anat Gov
con Fabrizio Pinzauti e Teresa Tanini
Regia di Giovanni Micoli

Una psicoterapista, madre single di un bambino autistico, riceve un giorno la visita inaspettata di un avventore sconosciuto, disperato e con un urgente bisogno di aiuto, il suo nome è Dio! Ella, la nostra dottoressa, dovrà così confrontarsi col suo nuovo paziente, depresso e sofferente, pronto a distruggere per disperazione tutto il suo stesso creato. Oh Dio mio è una divertente, arguta e toccante commedia che pone interessanti domande sulla natura della divinità e il rapporto con le sue creature predilette, ovvero noi esseri umani. Riuscirà la donna nel tempo di una sola seduta e placare il dolore e lo sconforto Divino?

PROCESSO A PINOCCHIO

sabato 3 e domenica 4 febbraio
FREEZERDANCE STUDIO
CRISTIAN RUIZ E LUCA GIACOMELLI FERRARINI
“PROCESSO A PINOCCHIO”
psico commedia noir a carattere musicale di Andrea Palotto
con Nadia Straccia, Silvia Di Stefano, Angela Pascucci, Alessandro Arcodia
al pianoforte Carlo Valente
spettacolo vincitore migliori muscihe originali oscar del musical 2015

Dopo il clamoroso successo dello scorso anno non potevamo che replicare!
Chi ha ucciso con un colpo di martello lo psicoterapeuta salvatore grillo? Pino, accanto al corpo della vittima con in mano l’arma del delitto sembra la risposta più ovvia. ma il presunto colpevole, che non tiene a freno le sue bugie, ha una moglie, che non tiene a freno la sua lingua, “una” amante, che non tiene a freno le sue voglie, “un” amante, che non tiene a freno i suoi vizi, e una mamma invadente che non tiene a freno la sua pazienza! Tutti presenti al momento del delitto! non resta allora che ripercorrere eventi e situazioni, attraverso un percorso analitico di gruppo condotto dalla vittima stessa, unica depositaria di una verità che non può rivelare per “segreto professionale”. Sarà lui a guidare il protagonista dentro e fuori dal tunnel della realtà per cercare, fra le sue psicosi, un movente, dando così un senso ai fatti che conduca verso un rassicurante lieto fine! perché ogni favola inizia con un “c’era una volta” e finisce con un “e vissero tutti felici e contenti”…O no?