STAGIONE 2020-2021

7 NOVEMBRE ore 16.45 e ore 21.00

8 NOVEMBRE ore 16.45

DONATELLA ALAMPRESE 

E IL SUO ENSEMBLE

in

“SERENATA A FIRENZE” 

con

 Marco Giacominichitarra

Amedeo Rongacontrabbasso

Andrea Tinacciclarinetto

 Tommaso Virga voce recitante

Un viaggio otre il tempo e lo spazio per raccontare Firenze attraverso le canzoni che ne hanno fatto la storia: dalla voce dei suoi cantori, ora magica e ammaliante, ora beffarda e graffiante fino alle ninna nanne della tradizione orale e ai brani più famosi della canzone del ‘900. Un percorso suggestivo a cavallo tra il colto e il popolare nel cuore delle radici culturali della nostra Firenze, respirando l’ emozione, la passione, il coraggio e la bellezza dell’ anima fiorentina e della sua gente. Canzoni di ieri e di oggi interpretate ed elaborate in maniera originale con la presentazione di brani inediti. – Il progetto è stato ospitato per la prima volta nell’Auditorium del Museo di Kyoto, Culture Foundation in occasione della mostra di  Leonardo da Vinci per la celebrazione del 50mo anniversario del gemellaggio Firenze- Kyoto, sostenuto dall’ Istituto di Cultura di Osaka  e dall’ Ambasciata Italiana.


14 NOVEMBRE ore 16.45 e ore 21.00

MariLaura Produzioni ed Emozionote

presentano

SILVIA QUERCI

in

“MINA VAGANTE

con

SANDRO QUERCI

pianoforte: ROBERTO MANGANESI

 

Spettacolo tributo a Mina e alla Tv in Bianco e Nero

Il titolo non lascia dubbi. Tuttavia i motivi per i quali la “Mina … è vagante” possno essere molteplici: Ebbene, Silvia Querci, per vocalità, struttura artisti, mentalità con la quale affronta il palcoscenico è lei stessa propriamente una “mina vagante”, una carica di dinamite piazza nel mondo dello spettacolo e pronta ad esplodere. Il secondo motivo è la Mina … Mina, la nostra più grandiosa interprete femminile della canzone italiana, ma anche straordinaria protagonista della Tv degli anni sessanta, quella dei grandi show del sabato sera, dell’eleganza in bianco e nero di “Mille Luci”, di “Canzonissima” dello swing di Luttazzi, dei duetti con Battisti, Totò, Manfredi, dei monologhi di Walter Chiari e Paolo Panelli. Un mondo scomparso che rivive con garbo nella costruzione registica di Sandro Querci, che affianca la sorella in questo prezioso viaggio.

  regia SANDRO QUERCI

 18 NOVEMBRE ore 21.00

MONICA GUERRITORE

in

“CI SARA’ BISOGNO DI RACCONTI”

con

MARCO PREDIERI

Un incontro unico nel suo genere, attraverso le confidenze, i ricordi i racconti di vita e di scena di una delle più grandi attrici del Teatro Italiano, Monica Guerritore. Personaggi, luoghi, autori … Il tutto nato da una conoscenza, avviatasi per caso, sui social, condividendo sensazioni e paure, idee sul futuro, ma sopratutto voglia di … condividere, fare insieme, guardare avanti, mettersi in gioco

21 NOVEMBRE ore 16.45 e ore 21.00

22 NOVEMBRE ore 16.45

Teatro Burbek

presenta

“IL CASO OLIVO

di CID BARRET

con
Alessandro Becattini e Manfredi Burgio

Sul palco va in scena la vera di Olivo, l’uomo che fece a pezzi la moglie, la buttò in mare e fu assolto, attraverso un’intervista serrata ed incalzante che mette a nudo meandri inimmaginabili della mente umana e di una “strana” forma di amore. Il processo che si tiene nel giugno del 1904, passerà alla storia per la sua assurdità. La difesa di Olivo punta sull’infermità mentale, Olivo non è d’accordo e smentisce i suoi stessi avvocati, ma comunque la Corte stabilisce che Olivo non è colpevole di omicidio volontario e, non essendo stato posto alla giuria il quesito sull’omicidio preterintenzionale, l’imputato viene condannato solo per vilipendio e occultamento di cadavere.
Nel processo, tra i periti chiamati a testimoniare, c’è anche quello che è considerato il più importante criminologo italiano, Cesare Lombroso, che poi scriverà un libro sulla vicenda.

regia FRANCO PALMIERI

29 NOVEMBRE ore 16.45 e ore 21.00

Esagera Produzioni 

presenta

MARCO CAVALLARO

in

“ALIVE AND KICKING – VIVO E VEGETO

di MARCO CAVALLARO

 

Il nuovo scoppiettante one man show dell’istrionico Cavallaro, vivo e vegeto, nonostante tutto e pronto a distrarre, facendo fede al proprio ruolo di giullare per curare gli animi afflitti: “Ogni nuovo decreto continua a prevedere la riduzione di posti nei teatri, questo causerà non pochi problemi per la sopravvivenza di molti di noi del settore ma bisogna pensare innanzitutto alla salute e allora … quei pochi che riusciremo ad avere in sala cerchiamo di farli divertire”

3 DICEMBRE ore 21.00

4 DICEMBRE ore 21.00

5 DICEMBRE ore 16.45  e ore 21.00

6 DICEMBRE ore 16.45

Teatro di Cestello e CdG 

presentano

“PICCOLI CRIMINI CONIUGALI

di ERIC EMMANUEL SCHMITT

con
MARIA RITA SCIBETTA e RAFFAELE TOTARO 

Elia, un autore di successo, torna a casa dopo un periodo di ricovero, seguito a un grave incidente domestico, di cui sembra non ricordare nulla. Per la verità l’uomo non ricorda nulla più in generale, neppure gli anni trascorsi con la moglie, che lo sta reintroducendo nel loro algido appartamento coniugale. Sarà lei a doverlo aiutare a ricomporre i pezzi del loro passato, forse cogliendo anche l’occasione di reinventarlo in parte, per farlo diventare un marito migliore. Eric Emmanuel Schmitt gioca con questa coppia, come col pubblico, in una trama fatta di continui rivolgimenti e coperte, che diventa a poco a poco un intricato giallo, dal finale tutt’altro che scontato.

regia MARCO PREDIERI

17 APRILE ore 16.45 e ore 21.00

18 APRILE ore 16.45

Altrove Teatro

presenta

GIORGIA TRASSELLI

e

SIMONE MARZOLA

in

“ANALISI ILLOGICA”

di MARCO PREDIERI

Certi incontri non te li aspetteresti mai! Ma quando il destino decide di burlarsi di te … allora o provi a riderci sopra, o pensi alla vendetta, o ricorri in analisi, tuo malgrado! Ospite per una notte dello studio, con cameretta e cucinotto annessi, di un’amica psicologa, Francesca, la splendida Giorgia Trasselli, si troverà a fronteggiare un maldestro visitatore, interpretato da Simone Marzola, con tanto di pistola e le idee un po’ confuse, introdottosi dalla finestra in cerca di … chiarimenti. Tutto si aspetterebbe la signora da questa insolita e inquietante situazione, tranne di raccogliere dallo sconosciuto delle confidenze che potrebbero costringerla a rivedere le proprie stesse convinzioni. Un intreccio brillante, che si colora di comicità e sfumature noir in un crescendo vorticoso che mette in gioco tutti i talenti dei suoi interpreti.

regia MARCO PREDIERI