TEATRO DI CESTELLO FIRENZE

 

 

 

LASCIATI STUPIRE

ultime dal Cestello

Ciao e benvenuto sul nostri sito ufficiale! Leggi cosa c’è di nuovo al Teatro Cestello

GALLINA VECCHIA

Una commedia brillante capace di affiancare alla forza di battute tanto schiette quanto popolari elementi di un’amarezza cruda, supportati dall’uso sapiente della lingua toscana che travalica lo stretto confine del vernacolo e dona spessore e concretezza alla trama.

LA VERA STORIA DI CENERENTOLA

Cenerentola è la fiaba più classica di tutte. La storia appare in circa 300 varianti ed è stata fonte d’ispirazione per Opera, Balletto, Teatro e Cinema, si tratta di uno sconfinato materiale da cui è interessante estrapolare tratti comuni e differenze. Secondo questo spirito nasce lo spettacolo “La vera storia di Cenerentola”: un gioco teatrale fra attori e piccoli spettatori, fra vero e finto, fra attore e personaggio, teatro e vita.

RUMORS

Pettegolezzi (Rumors significa proprio questo) e intrecci si alternano in un crescendo di equivoci , misteri, presunti colpevoli e vittime, fino ad un epilogo inaspettato.
Lo spettacolo è portato in scena dagli attori del Laboratorio Permanente del Teatro di Cestello.

ZIO VANJA

In Russia. Nella tenuta di campagna che il quarantenne Vanja e l’adolescente Sonja amministrano in maniera infaticabile al solo scopo di finanziare la carriera intellettuale di Serebrjakov, padre poco amorevole di Sonja e cognato irriconoscente di Vanja, irrompe all’improvviso Serebrjakov e la sua giovane e bella moglie Elena.

LA ZONA TRANQUILLA

Finita la seconda Guerra Mondiale, Odoardo Spadaro fece leggere all’autore una sua novella, in cui si narrava la storia di due coniugi che trovano rifugio in una casa di tolleranza. La storia piacque a Caglieri ma Spadaro ebbe dei dubbi “O che si può portare i’ Casino sulle scene?” Ma l’autore seppe trattare la materia con molto garbo e la censura, che allora c’era, non tagliò neppure una parola.