UNA SCOSSA ONDULATORIA

26-27-28-29 ottobre

e

2-3-4-5 novembre
TEATRO DI CESTELLO e CdG
“UNA SCOSSA ONDULATORIA”

di Augusto Novelli
regia Marcello Ancillotti

scene e costumi:

Cecilia Micolano

con

Maurizio Bartoli, Paolo Biagioni, Cosimo Calvelli, Chiara Collacchioni, Enrico Del Pace, Simone Feo, Laura Frullini,

Simone Galgano, Marco Giachi, Renzo Marilli, Giuliano Martinenghi, Piera Matteini, Marianna Minio, Debora Petracchi, Leonardo Previero, Marco Santi, Ernesto Verga

 

Esattamente 150 anni fa nasceva a Firenze Augusto Novelli e se ne andava esattamente 90 anni or sono. Una ricorrenza che il Cestello, la cui storia si lega indissolubilmente alla tradizione fiorentina, non poteva ignorare. In 60 anni Novelli fu autore di quasi 50 opere, all’epoca tutte di successo, ma oggi sono poche quelle rappresentate e vorremo dire incomprensibilmente, perché nel vasto repertorio si trovano dei veri gioielli, come questo, quasi inedito, che siamo andati a rispolverare per donargli nuova meritata visibilità. All’indomani del sisma di Firenze del maggio 1895, 5.4 della scala Richter, fortunatamente con danni marginali, la città si risvegliò spaventata e pervasa da un rinnovato bisogno di “religiosità”, sul quale però i fiorentini stessi, con il loro piglio, non mancarono di ironizzare, come Novelli, che in questa scoppiettante pochade dai ritmi “francesi” mette alla berlina tanto il bigottismo della società bene che la politica degli allora socialisti, non mancando di lanciare qualche strale garbato anche verso certe forme di … vocazione.

LA GUERRA DEGLI “ALTRI” – APPUNTI DI UNA RIVOLUZIONE

mercoledì 18 e giovedì 19 ottobre

“LA GUERRA DEGLI “ALTRI” – APPUNTI DI UNA RIVOLUZIONE”
di Marco Giavatto
Regia Iacopo Biagioni

E se domani ci svegliassimo e fossimo in guerra contro la nostra volontà? Questo è il destino di due persone comuni, che da un giorno all’altro hanno visto il mondo intorno impazzire e mentre qualcuno gioca a fare la guerra chi non ne ha mai avuto intenzione la deve combattere, senza nessuna motivazione. Stavolta è totale, tutti contro tutti, un gigantesco “risiko” e il destino di ognuno è legato alla probabilità misera che sia solo un brutto sogno. Bei discorsi e pochi preliminari la guerra è mondiale e non si può scappare. Si proverà a disertare, a boicottare, a tornare a casa, ma tutto sarà impossibile. In un limbo assurdo è sospeso chi non ha scelto da che parte stare. C’è stato un tempo per la rivoluzione, un altro per prendere posizione ma noi eravamo in fila sull’A1 per andare al mare. Se abbiamo delegato, subiremo le decisioni altrui tirando fuori quello che abbiamo solo quando sarà tardi o forse rimanendo inermi.

CHI HA INCASTRATO MARY POPPINS

da venerdì 6 a domenica 8 ottobre
ALTROVE TEATRO
“CHI HA INCASTRATO MARY POPPINS”
testo e regia di Marco Predieri
con Rita Iacone, Simone Marzola, Marco Predieri, Maria Rita Scibetta e Claudia Fossi

Una giovane coppia, fresca di nozze, si sveglia nel suo nuovo nido d’amore, dove ha appena traslocato. un appartamento piccolo, adatto a due ragazzi con stipendi e prospettive precarie … che certo non possono permettersi una donna di servizio. ma allora chi è quella signora che improvvisamente si mette a pulire, entrando per giunta con le proprie chiavi di casa? ai nostri inquilini non resta che chiedere spiegazioni, che però non arrivano, la misteriosa “colf” non parla … pulisce, stira, prepara la colazione e soprattutto non vuole essere pagata! Incredibile sì … ma è efficiente e i ragazzi decidono di tenerla. Una Mary Poppins inaspettata che assisterà alle loro discussioni ma soprattutto a quella di una seconda coppia di amici, che sembra proprio sul punto di scoppiare. tra colpi di scena, fraintendimenti e umana comicità la commedia procede verso un finale inatteso che porterà agli inevitabili e non più rinviabili chiarimenti. Dopo il successo dello scorso anno abbiamo deciso di riproporre al pubblico in apertura di stagione questa deliziosa commedia che vi conquisterà!