TEATRO IN LINGUA ORIGINALE

5, 6, 7, dicembre 2017

A CHRISTMAS CAROL 

(da Charles Dickens)

adattamento di Alessandro Grisolini

regia:Bernard Vandal

Ebenezer Scrooge, vecchio uomo d’affari, avido e solitario, odia il Natale e tutte le sue manifestazioni come auguri, regali, e soprattutto giorni di riposo dal lavoro.
Ma durante la notte della vigilia, dopo essere stato ammonito dal defunto collega Marley che vaga dannato e avvolto in catene per non aver mai fatto del bene, viene visitato da tre spettri: uno che incarna i Natali passati, un altro quello presente, l’ultimo il Natale futuro. In Canto di Natale, Charles Dickens evidenzia l’importanza dei veri valori della vita contro la futilità dei beni materiali, sottolineata dalla condizione di certa borghesia incapace di godersi la vita, egoista, interessata unicamente agli affari e sfruttatrice dei meno abbienti. Ed è proprio ai borghesi che si rivolge e, di conseguenza, a tutta la società dominante nell’ Inghilterra della metà del secolo XIX.

6, 7, 8, febbraio 2018

VINGT MILLE LIEUES SOUS LES MERS 

(da Giulio Verne)

adattamento e regia di Bernard Vandal

Dopo un naufragio, due persone sono accolte sul Nautilus, uno strano sottomarino, pilotato dall´ancor piú strano Capitano Nemo. I naufraghi si ritroveranno a fare un viaggio incredibile ventimila leghe sotto i mari. Ventimila leghe sotto i mari. Commedia fantastica ispirata dal celebre romanzo di Jules Verne, vi fará vivere mille avventure straordinarie in francese.

14, 15 febbraio 2018

EL SI DE LAS NINAS  

di Leandro Fernández de Moratín,

adattamento e regia di Angela Tozzi

 

Capolavoro del teatro neoclassico El sí de las niñas, di Leandro Fernández de Moratínè la prima opera della letteratura spagnola che affronta il tema dei matrimoni di convenienza e dell’eccessiva sottomissione dei figli all’autorità dei genitori. Stimolato dal pensiero filosofico e morale dell’Illuminismo, dell’Enciclopedismo e della filosofia Razionalista, Moratín scrisse questo testo per affermare gli ideali della ragione “illuminata” contro la falsa moralità, il  bigottismo e l’egoismo imperversanti nella società dell’epoca. La commedia racconta dell’amore di una fanciulla, Paquita, per un giovane ufficiale, Don Carlos, nipote dell’anziano Don Diego al quale la madre l’ha promessa in sposa per sanare la propria situazione finanziaria. Don Diego, in virtù della propria coerenza morale, si sacrifica per la felicità dei due giovani. Moratín riteneva che il teatro dovesse avere una funzione ludica e, allo stesso tempo, dovesse essere moralmente istruttivo: per questo in quasi tutte le sue opere non mancano dettagli che sono stati ritenuti di funzione pedagogica.

20, 21, 22 marzo 2018
SHAKESPEARE IN LOVE
(da William Shakespeare)
adattamento e regia di Valentina Longo

 

Nella bella Verona due famiglie rivali da sempre, Montecchi e Capuleti.

Le lotte in città sono ricorrenti, ma succede che, due ragazzi appartenenti alle fazioni opposte si innamorino e gli avvenimenti che succederanno saranno sconvolgenti, riuscirà l’amore di Romeo e Giulietta a sedare l’odio delle loro famiglie?

“Shakespeare in love” è uno spettacolo pensato per gli allievi di scuole medie e superiori che si avvicinano all’apprendimento dell’inglese. Il testo è stato riscritto e riadattato in un inglese facilmente comprensibile. L’intento di questo spettacolo non è solo quello di allenare la comprensione ad una nuova lingua, ma anche quello di avvicinare e di fare appassionare i ragazzi a un grande maestro del teatro di tutti i tempi.

Prezzi

– €10,00

– Ingresso gratuito per i docenti e per gli studenti diversamente abili.

Modalità di pagamento

– Bonifico Bancario a BANCA DI CAMBIANO Viale Talenti, 91 – 50100 Firenze

IBAN IT98 L084 250 2800 0000 305 24 888

– Contanti (la somma totale deve essere raccolta in anticipo dal docente accompagnatore).

Prenotazione

Prenotazione OBBLIGATORIA entro quaranta giorni dalla data dello spettacolo (la prenotazione costituisce un impegno di pagamento di tutta la somma):
inviare la CARTOLINA DI PRENOTAZIONE

via mail a prenotazioni@teatrocestello.it
o via posta al Teatro di Cestello Piazza di Cestello, 4 – 50129 Firenze.
In caso di cancellazione entro venti giorni dalla data dello spettacolo sarà addebitato il 50% dell’importo totale. Dopo tale termine sarà addebitato il 100% dell’importo totale.

Eventuali danni causati alle strutture del teatro saranno segnalati alle autorità della scuola interessata che sarà tenuta a risponderne.

Si prega di arrivare almeno 15 minuti prima dell’inizio dello spettacolo per evitare code alla cassa.

PER OSPITARE LO SPETTACOLO A SCUOLA

Contattare il Teatro di Cestello almeno un mese prima della data desiderata:

info@teatrocestello.it

055 294609